OGGI.IT
| | | Decorare con paglia e corda

Decorare

Decorare con paglia e corda

Decorare con materiali naturali è di gran moda, anche se un po' più rustici!

Come abbiamo già detto decorare con materiali naturali è di gran moda. Adesso vi proponiamo di utilizzare due materiali molto rustici - la corda e la paglia - che regalano dei risultati estremamente eleganti, molto freschi ed estivi, che si inseriscono particolarmente bene nell’arredamento della casa delle vacanze. La corda La corda è di vari tipi: innanzitutto la prima grossa differenza è fra quella naturale e quella sintetica. Chiaramente a noi interessa la corda naturale. Anche tra le corde naturali vi sono notevoli differenze.
Si trovano infatti:

1. I "CORDAMI NOBILI"
Realizzati completamente con filamenti di canapa, di yuta, di cocco. Sono corde molto belle, manipolabili e ruvide. Hanno colori caldi, che vanno dal grigio topo al marrone bruciato. Si avvolgono molto bene e sono resistenti. Vi sono vari modelli a nastro e tubolari, a treccia e a tortiglione. (Con questo tipo di corda si possono ottenere bellissime decorazioni). Il loro unico difetto è di essere, in genere, molto costosi, e questo incide negativamente in relazione alla quantità che se ne intende utilizzare.


2. GLI "SPAGHI"
Si acquistano in rotoli molto economici che vengono adoperati generalmente per l’imballaggio. Sono fatti con i cascami di carta e di altre corde. Non sono resistenti come le corde pure, sono un po’ più rigidi e per le decorazioni a “ricciolo” presentano qualche difficoltà. Il loro pregio più evidente è l’economicità: sono decisamente meno cari dei cordami nobili, sono disponibili in moltissime misure e, inoltre, sono reperibili praticamente ovunque (in tutte le cartolerie, nei negozi di casalinghi, ferramenta e nei supermercati). La paglia Per le nostre decorazioni abbiamo utilizzato paglia naturale, ossia il gambo del comune frumento privato della spiga. Comunissima in campagna, è di più complicato reperimento in città, dato che non se ne fa alcun uso. Sarà comunque divertente cercarla in qualche cascina o fattoria o direttamente in qualche campo di frumento dopo la mietitura. La paglia è il materiale decorativo più estivo che ci sia. Ha un colore caldo e brillante, ed è facile da tagliare e da incollare.


3. I SUPPORTI SU CUI LAVORARE
Cosa decorare con paglia e corda?
Potremmo dire tutto, basta guardarsi intorno. In ogni caso, gli oggetti più adatti sono quelli con parti circolari sulle quali avvolgere la corda. Di regola, comunque, le superfici migliori su cui lavorare sono quelle leggermente ruvide ma mai polverose. Vi suggeriamo, infatti, di spolverare sempre l’oggetto da decorare, altrimenti la colla non può sviluppare completamente il suo potere adesivo. Le colle Per realizzare delle decorazioni stabili e durature, occorre utilizzare colle e nastri biadesivi, che permettono a colla e paglia di aderire perfettamente ai supporti. Questo escludendo, ovviamente, i casi in cui la corda viene annodata direttamente oppure fermata con del filo di ferro o altro.


4. LE COLLE PIU' ADATTE
La colla a caldo: che si cosparge con l’apposita “pistola” elettrica, che scalda la colla rendendola incandescente. È indicata per lavorare con materiali ruvidi come il legno grezzo. Asciuga immediatamente e permette anche incollaggi in verticale. Quando la si usa occorre prestare attenzione a non bruciarsi le mani, per questo non è adatta ai bambini al di sotto dei 10 anni. Il suo prezzo, compresa una confezione di ricariche, è decisamente accessibile: intorno alle 14.000 lire. Per chi ama i lavoretti fai-da-te è diventata, ormai, uno strumento indispensabile.

La colla universale: il classico attaccatutto; ottimo ed economico, è l’ideale per lavorare su superfici piane e lisce. Impiega più tempo ad asciugare della colda a caldo, ma una volta asciutta la colla universale è persino più forte di quella a caldo.

Il nastro biadesivo: è' il classico nastro che aderisce su ambedue le “facce”. Per la decorazione con corda e paglia si consiglia l’uso del tipo forte da moquette. Si tratta di un nastro gommoso, generalmente telato, con un potere adesivo molto forte, soprattutto trascorse le 24 ore. L’impiego del nastro biadesivo è il metodo più veloce ed efficace per fare aderire lo spago alle gambe di una sedia o intorno alla base di una lampada. In ogni caso, per fermare le estremità della corda, è sempre meglio usare una punta di colla universale.

Stampa A a
SPECIALI E CONCORSI
Io Donna
leiweb consiglia