OGGI.IT
| | | Salviamo le nostre coste

Ecomostri

Salviamo le nostre coste

La bellezza dei luoghi fa il delitto ambientale perfetto. Il paradosso è questo: cose orribili in cornici meravigliose.

Salviamo le nostre coste

Foto di Michele Borzoni e Pietro Paolini

Siamo in cerca di cose brutte e con un segugio come il capitano Furnò non è difficile trovarle. A mezza costa il telone azzurro che nasconde l’ampliamento abusivo di una villetta, più sopra uno sperone di roccia che qualcuno sta trasformando in caverna uso bed and breakfast, a picco sul mare la ferita ancora aperta del Fuenti, che dieci anni dopo la demolizione è ancora un vuoto da colmare. Corriamo a bordo di un motoscafo da settecento cavalli, passiamo in rassegna i tagli e le cicatrici della costiera amalfitana, rallentiamo davanti al residence di frazione Erchie che da trent’anni è un rudere carico di denunce e ricorsi, planiamo a pochi metri dalla grande villa di Furore che era abusiva, è stata condonata, si è voluta allargare, è tornata abusiva, e ora sta lì, enorme, stonata, invadente, sperando di non farsi troppo notare.

Da una parte il gruppo navale della Guardia di finanza di Salerno, che solo sulla costa sequestra una cinquantina di immobili abusivi all’anno, dal 2005 ha quintuplicato la squadra di sorveglianza ambientale, lo scorso giugno si è meritato il titolo di “reparto a maggior rendimento dell’Italia meridionale”. Dall’altra uno degli angoli più suggestivi d’Italia, inserito nel catalogo del Patrimonio dell’umanità dell’Unesco e segnalato come uno dei “top picks” del grand tour dalle guide Lonely Planet. Giusto. Impeccabile. Ma dopo un’ora trascorsa a fare la spola tra piccoli e grandi abusi edilizi la domanda sorge spontanea: «Comandante, vista con i suoi occhi la costiera amalfitana è ancora un bel posto?». Il capitano Alessandro Furnò si ferma un attimo, si guarda in giro e ci lascia il tempo di registrare il sole abbagliante, la roccia a precipizio, il mare sterminato e la piccola cupola di maiolica che svetta sui tetti di Atrani: «Un gran bel posto, ma se non ci fossimo noi non ha idea di cosa potrebbe diventare».

E voi che cosa avete visto in vacanza? Segnalate i “mostri” con foto e video a leiweb.it/people-e-news

Io donna 8-21 agosto 2009

Raffaele Oriani 07 Agosto 2009
Stampa A a
e tu cosa ne pensi? lascia un commento
*la tua mail non sarà visibile
SPECIALI E CONCORSI
Io Donna
leiweb consiglia
leiweb promotion
buy now