OGGI.IT
| | | Poppy Delevingne

lei chi è

Poppy Delevingne

Non è solo una top model la nostra ragazza copertina, ma una delle it girl più famose del mondo. Una di quelle che ogni cosa che fa, tutti la imitano. Ma lo stile, dice lei, è "soprattutto educazione"

Poppy Delevingne

Foto Driu+Tiago

Due sono le regole d’oro per una modella: non lamentarsi e non farsi venire la pelle d’oca. E Poppy Delevingne, top model inglese classe 1986, non le dimentica mai. Anche quando la incontro su un terrazzo al quinto piano di un edificio parigino e il termometro segna due gradi. È vestita con un top nero che lascia scoperta la pancia. Guarda l’obiettivo della macchina fotografica e inclina il viso a destra e a sinistra, seguendo il vento che il parrucchiere crea con l’aiuto di un pannello. Non a caso, quando si rifugia con me al piano inferiore, il primo aggettivo che usa per definirsi è «tosta», seguito da «generosa, un po’ matta, ma anche rilassata». E, a pensarci bene, guardando il suo viso da Brigitte Bardot, nulla sembra più calzante. Poppy è cresciuta a sud di Londra in una ricca famiglia aristocratica e ha due sorelle: Chloe e Cara, la più piccola, anche lei modella e attrice: «Viviamo insieme ed è la mia bambina, sono troppo orgogliosa di quello che fa per mettermi in competizione con lei. Siamo diverse fisicamente, ma abbiamo la stessa voce e la medesima ironia». Solo una di loro, però, appare su blog e riviste di moda per quello che indossa durante i party: Poppy. «Ma che cosa significa it girl?», mi chiede mentre sta vivisezionando un pezzo di sushi al salmone. Per fortuna è una domanda retorica: «Non sopporto questa etichetta, è ridicola, sono una modella che lavora duramente, prendo lezioni di recitazione e, certo, esco la sera ma come ogni altra venticinquenne del pianeta». Alla fine, però, ammette che molte donne ritagliano la sua immagine dai giornali e cercano di copiare gli abbinamenti shabby chic (trasandato con stile, ndr). Abbandona il sushi e appoggia le mani sulle mie ginocchia: «Penso che sia da fuori di testa vedermi come un’icona di stile. Spero semplicemente di essere una donna da prendere come esempio positivo, il resto non mi interessa». E osservandola mi rendo conto di avere davanti una modella di alto livello che, a differenza delle altre, non crede di salvare il mondo con la faccia appesa a un cartellone pubblicitario. Poi capisco il perché, quando mi parla di sua madre: una bellezza degli anni Settanta, che ha avuto problemi di dipendenza dalle droghe. «Li ha superati, è una donna forte, coraggiosa e sostenuta da una famiglia unita», dice Poppy spostando subito l’attenzione sul padre, «un englishman insolito, perché molto emotivo. È gentile, si prende cura di me e anche del mio look: è l’unico da cui mi faccio consigliare, prima di uscire la sera. Solo lui può dirmi se cambiare scarpe, accessori o colore del vestito». Le chiedo se lui lavora nella moda e lei scoppia a ridere: «Mercato immobiliare».

Ci interrompono, il parrucchiere suddivide i capelli in ciocche e li ferma con delle mollette, mentre la stylist le porta il cambio successivo, una camicia che Poppy non tocca: ha la fobia dei bottoni. E come diavolo farà, visto che per lavoro (ma anche per piacere) le capita nel giro di due ore di cambiare abito più di una volta? «La necessità aguzza l’ingegno: mi sono dovuta arrangiare in fretta e furia e ho trovato il modo di superare questa paura», mi confessa piena di entusiasmo. «Non è magnifico questo lavoro? È come un lungo film francese, ogni scena è perfetta e diversa allo stesso tempo». E questa volta anche lei sarà perfetta e diversa dal solito: con l’abito di Armani e il lungo trench blu cheForumChe cosa è lo stile secondo voi?Partecipa sta per indossare, Poppy apparirà come mai si è vista fino a oggi. «È la prima volta in sei anni che sento di avere un’immagine veramente italiana». E a lei il nostro Paese piace molto. Non solo per la triade «pasta, pizza e gelato» (che pronuncia in un italiano quasi impeccabile), ma anche perché a Roma ci vivrebbe per tutta la vita con James (Cook, ndr), il fidanzato non famoso con il quale sta da quattro anni.



Francesca Lancini - 23 gennaio 2012
Pagina 1/2
Stampa A a
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE
e tu cosa ne pensi? lascia un commento
*la tua mail non sarà visibile
SPECIALI E CONCORSI
Io Donna
leiweb consiglia
leiweb promotion
buy now